NEWS
Notizie dal mondo immobiliare, rassegna stampa e iniziative




feedbackfeedback



Gagliardi Immobiliare Quello che i lucerini non vogliono in una casa. Un vicino terribile e una vista orrenda possono ostacolare una vendita.
Il prezzo è sicuramente la molla che spinge all’acquisto ma non è l’unico particolare importante: ecco le principali caratteristiche negative di un immobile secondo i lucerini che cercano casa.
Gagliardi Immobiliare Un calendario per ricordare la convenzione ONU dei diritti dell’infanzia Gagliardi Immobiliare sposa l’iniziativa dell’Istituto comprensivo “Bozzini-Fasani” di Lucera che con un calendario da’ voce alla “Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”.
Gagliardi Immobiliare Ristrutturazioni edilizie? Risparmio energetico? Online le guide aggiornata dell’Agenzia delle Entrate L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le nuove guide sulle agevolazioni fiscali rivolte a chi deve effettuare lavori di ristrutturazione edilizia e chi interventi di risparmio energetico. Le pubblicazioni recepiscono le ultime novità introdotte dalla legge di stabilità.
Gagliardi Immobiliare “Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano” ...è stato così per i coniugi Biondi che non hanno mai dimenticato l’amore per le proprie origini e dopo 45 anni di distanza ritornano a Lucera e ne riscoprono la magia, acquistando con Gagliardi Immobiliare la casa dei loro sogni.
Gagliardi Immobiliare Diocesi: voci di soppressione – Castello: rischio cedimento versanti collinari Non incoraggianti le prime notizie del 2015 su Lucera: sulla stampa nazionale si rincorrono sempre più voci sulla riduzione del numero di diocesi in Italia. A rischio quelle al di sotto dei 90.000 abitanti - Sulla stampa locale in evidenza, invece, il disastroso stato dei versanti collinari su cui si erge la fortezza svevo-angioina.
Pag 20 di 34 - <<11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 >>

Palazzo i 4 Archi. Parla Danilo Tatta



Manca un giorno all’Open House organizzata da Gagliardi Immobiliare in via Vittorio Veneto per visionare il nuovo immobile, e abbiamo ritenuto opportuno incontrare chi questo palazzo l’ha pensato, voluto e costruito, Danilo Tatta.

Domanda: signor Tatta, possiamo dire che ci siamo?

Si, con soddisfazione posso dire di si, la consegna degli appartamenti è prevista per ottobre. Non manca molto. In questi giorni stiamo ultimando le rifiniture delle aree comuni dell’edificio, le scale, gli ascensori, le porte blindate. Abbiamo rispettato le tempistiche promesse senza problemi.

Domanda: deve essere una grande soddisfazione per lei, vista la tradizione di famiglia nel campo edilizio

Si, è con orgoglio che ho fatto mio il motto “tradizione, stile e modernità”. Tradizione perché ho seguito le orme di mio nonno Giovanni Di Carlo, 50 anni di esperienza in questo campo. Ricordo ancora quando da bambino ho iniziato a seguirlo sui cantieri di mezza Italia. Lo considero da sempre il mio mentore e mi ha fatto molto piacere guardarlo girare nel cantiere e vedere i suoi occhi che brillavano vedendo la costruzione crescere.
Tradizione di famiglia quindi ma anche stile e modernità. Mi piace il bello, tengo molto all’estetica e queste caratteristiche traspaiono in tutti gli appartamenti del nuovo edificio in via Veneto. Ho privilegiato la zona living che poi è diventato il luogo dove la famiglia sta insieme, dove trascorre la maggior parte del tempo. Ho cercato di mettere il massimo in ogni appartamento, per far spendere il meno possibile agli acquirenti in differenze da installare successivamente all’acquisto. Il top di gamma.

Domanda: a cosa si riferisce in particolare? Abbiamo già letto delle caratteristiche dell’immobile così come ci sono state illustrate dall’architetto Marino.

Potrei fare un elenco interminabile di soluzioni tecniche che abbiamo adottato nell’edificio ma mi dilungherei troppo. Dagli impianti di riscaldamento a pavimento, agli infissi esterni con vetri 4 stagioni con all’interno gas Argon per l’abbattimento della rumorosità e del caldo/freddo,di cui già si è parlato, e altro ancora.
Io vado, invece, particolarmente fiero della domotica che regola gli appartamenti. Dalle tapparelle elettriche al riscaldamento, è tutto computerizzato e regolabile anche via app. Gli appartamenti sono anche dotati della tecnologia dei 4 carichi. Se l’utente sta consumando troppa energia, non scatta più il contatore lasciando al buio l’immobile, ma intelligentemente vengono preservate alcune linee elettriche fondamentali della casa, ad esempio frigorifero, luci, forno, comunque a scelta dell’utente.
Un passo avanti in tutto, direi.

Domanda: degli appartamenti ormai sappiamo un po’ tutto, cosa resta da dire?

Vi voglio svelare un segreto, ho deciso di chiamare la costruzione “Palazzo 4 archi”, in onore della tradizione e dell’arco di Porta Troia che è stato ripreso come stile della facciata.
Vi aspetto all’Open House che si terrà giovedi 19 luglio tra le 18 e le 20.



18/07/2018