NEWS
Notizie dal mondo immobiliare, rassegna stampa e iniziative




feedbackfeedback



Gagliardi Immobiliare Il rent to buy: un modo alternativo di acquistare casa? Rent to buy? Ne parliamo con il notaio Orfina Scrocco. Dopo delle Agevolazioni per l’acquisto della prima casa, la donazione ed il testamento, quest’oggi, ci occupiamo di un argomento altrettanto “caldo” : il Rent to buy.
Gagliardi Immobiliare Casolare con terreno su via San Giusto Ecco la nuova VIDEO PRESENTAZIONE di Antonio Lembo che quest'oggi ci mostra una splendida casa in campagna a 4 km da Lucera. L'immobile è nuovo ed è circondato da tanto verde, alberi di ulivo e da frutta. Il casolare è dotato di tutti i confort. Non vi resta che gustarvi il video.....
Gagliardi Immobiliare Antonio Rongioletti: in via Mazzini per uscire la mattina a fare jogging Abbiamo rivolto qualche domanda ad Antonio Rongioletti a proposito dell'Open House di sabato in via Mazzini n.178. Abbiamo scoperto che il suo sogno è sempre stato quello di abitare nella zona del Castello per poter uscire la mattina a fare jogging in villa
Gagliardi Immobiliare Donazione e testamento: Antonio Lembo ne parla con il notaio Orfina Scrocco Benvenuti a questo secondo appuntamento con il Notaio Orfina Scrocco. Nel primo incontro abbiamo parlato delle Agevolazioni per l’acquisto della prima casa. Quest’oggi, invece, ci occupiamo di un argomento altrettanto “caldo” e sentito dalla popolazione, la donazione e il testamento. Molte persone, soprattutto anziani, si rivolgono alla nostra agenzia per avere informazioni sul modo migliore per lasciare i propri beni agli eredi.
Gagliardi Immobiliare Acquisto prima casa? Ne parliamo con il Notaio Orfina Scrocco Ho incontrato il Notaio Orfina Scrocco di Lucera e ho riscontrato che effettivamente è percepito un sensibile aumento delle compravendite nel nostro territorio dovuto ai bassi tassi dei mutui e alla discesa del prezzo degli immobili dovuto alla crisi economica. Da questo incontro è nato il desiderio di approfondire alcune tematiche che hanno applicazione e conseguenze nella nostra vita di tutti i giorni, come la tematica delle Agevolazioni prima casa per le coppie, e non solo, che si accingono a comprare casa, il testamento, la donazione e tanti altri.
Pag 7 di 34 - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>

Giuseppe Aufiero: "Storia della Conservatoria dei registri immobiliari di Lucera"

Gagliardi Immobiliare

L’Ufficio di Lucera venne aperto il 01 Aprile del 1809 (di sabato) alla presenza dell’allora Sindaco Onofrio Bonghi, dei decurioni del Comune e le autorità militari, con nomina a “Primo Conservatore” dell’avvocato lucerino Francesco Paolo Cassitto, padre del futuro primo senatore di Capitanata, Raffaele Cassitto.
La Conservatoria di Lucera per la sua vasta giurisdizione era di prima classe e la quindicesima di tutto il regno.
Con la nascita del Regno d’Italia (17 marzo 1861), l’Ufficio cambia la propria denominazione da “Conservazione a Conservatoria”, mantenendo intatte tutte le sue competenze. Bisogna attendere almeno un quinquennio (1866) per trovare atti con il sigillo di S.M. Vittorio Emanuele II°.
Della sua sede iniziale non si conosce esattamente l’ubicazione, anche se, nei locali dei frati minori conventuali (attuale piazza Tribunali), si ipotizza la presenza della nostra Conservatoria associata con l’archivio e la camera notarile.
Da fonte certa storica nel 1888, la Conservatoria era situata in corso Garibaldi al n.27 presso il palazzo De Peppo ora degli eredi del defunto Notaio Vincenzo Grasso, in seguito, dal 1924, nei locali laterali della Chiesa del Carmine. Dal 07.01.1971 in Via Maria De Peppo Serena n. 44.
Il 26 luglio 2012 è stata spostata nella nuova sede di via Vincenzo Scarano 145.
L’archivio della Conservatoria, composto da titoli e note, è uno scrigno prezioso, ricco di istrumenti, testamenti, convenzioni matrimoniali e tant’altro, non solo della città di Lucera ma di tutta la provincia di Foggia.
I fascicoli più antichi risalgono al 1866 dove si può apprezzare ed ammirare la maestria calligrafa pregevolissima dei “Notari”.
Si spera che questo Ufficio, con il suo immenso patrimonio, possa essere mantenuto a disposizione di tutta la collettività almeno per altri 200 anni.

Giuseppe AUFIERO



28/10/2017