NEWS
Notizie dal mondo immobiliare, rassegna stampa e iniziative




feedbackfeedback



Gagliardi Immobiliare OPEN HOUSE in via Canova Sabato 12 marzo Open House in via Canova 59. Uno splendido appartamento nella parte alta della zona 167, a pochi metri dal centro Incom. "Open House" significa che chiunque voglia può visitare l'appartamento senza appuntamento.
Gagliardi Immobiliare Informare i cittadini utilizzando WHATSAPP Il Sindaco di Lucera sposa la nostra idea di utilizzare la diffusissima applicazione di messaggi via web per notizie e comunicazioni di servizio che riguardano la cittadinanza. Tutolo è parso favorevole all’iniziativa e ne ha immediatamente compresa la portata in quanto a suo dire effettivamente c’è una fascia di popolazione che non è raggiunta dalla comunicazione tradizionale e che potrebbe venire informata adeguatamente attraverso whatsapp.
Gagliardi Immobiliare COMUNE DI LUCERA: ecco lo sconto del 25% sull'IMU IMU ridotta del 25% se i proprietari danno in affitto un'abitazione con un contratto a canone agevolato. Ecco i benefici di un contratto a canone concordato: 1) IMU ridotta del 25%; 2) Tassazione Irpef al 10% sui redditi da locazione con la cedolare secca; 3) Non si paga più l'imposta di registro annuale del contratto.
Gagliardi Immobiliare Locazioni: pagamenti in contanti autorizzati fino a 3000,00 Euro Si innalza il limite massimo del pagamento in contante per i canoni dei contratti di locazione. Si passa da 999,99 a 2999,99 euro. La novità è contenuta nella Legge di Stabilità del 2016. D'ora in poi si potrà tornare ad usare il cash per cifre che non superino i 3000,00 euro, senza il rischio di sanzioni amministrative.
Gagliardi Immobiliare Lavori di ristrutturazione: chi ha la responsabilità in caso di danni anche gravi al condominio? Radio 24: Il crollo degli ultimi tre piani di un condominio romano, al Lungotevere Flaminio, ha fatto molto parlare di sé. Una tragedia sfiorata, evitata grazie alla segnalazione di una signora. Ma anche, sembrerebbe, causata da alcune negligenze nello svolgimento dei lavori in alcuni appartamenti. Questa notizia ci dà lo spunto per capire quali sono le informazioni da condividere e gli elementi da verificare quando si decide di avviare un lavoro di ristrutturazione in un condominio. Che ruolo ha l'amministratore? Chi ha la responsabilità in caso di danni anche gravi?
Pag 6 di 27 - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>

Giuseppe Aufiero: "Storia della Conservatoria dei registri immobiliari di Lucera"

Gagliardi Immobiliare

L’Ufficio di Lucera venne aperto il 01 Aprile del 1809 (di sabato) alla presenza dell’allora Sindaco Onofrio Bonghi, dei decurioni del Comune e le autorità militari, con nomina a “Primo Conservatore” dell’avvocato lucerino Francesco Paolo Cassitto, padre del futuro primo senatore di Capitanata, Raffaele Cassitto.
La Conservatoria di Lucera per la sua vasta giurisdizione era di prima classe e la quindicesima di tutto il regno.
Con la nascita del Regno d’Italia (17 marzo 1861), l’Ufficio cambia la propria denominazione da “Conservazione a Conservatoria”, mantenendo intatte tutte le sue competenze. Bisogna attendere almeno un quinquennio (1866) per trovare atti con il sigillo di S.M. Vittorio Emanuele II°.
Della sua sede iniziale non si conosce esattamente l’ubicazione, anche se, nei locali dei frati minori conventuali (attuale piazza Tribunali), si ipotizza la presenza della nostra Conservatoria associata con l’archivio e la camera notarile.
Da fonte certa storica nel 1888, la Conservatoria era situata in corso Garibaldi al n.27 presso il palazzo De Peppo ora degli eredi del defunto Notaio Vincenzo Grasso, in seguito, dal 1924, nei locali laterali della Chiesa del Carmine. Dal 07.01.1971 in Via Maria De Peppo Serena n. 44.
Il 26 luglio 2012 è stata spostata nella nuova sede di via Vincenzo Scarano 145.
L’archivio della Conservatoria, composto da titoli e note, è uno scrigno prezioso, ricco di istrumenti, testamenti, convenzioni matrimoniali e tant’altro, non solo della città di Lucera ma di tutta la provincia di Foggia.
I fascicoli più antichi risalgono al 1866 dove si può apprezzare ed ammirare la maestria calligrafa pregevolissima dei “Notari”.
Si spera che questo Ufficio, con il suo immenso patrimonio, possa essere mantenuto a disposizione di tutta la collettività almeno per altri 200 anni.

Giuseppe AUFIERO



28/10/2017