NEWS
Notizie dal mondo immobiliare, rassegna stampa e iniziative




feedbackfeedback



Gagliardi Immobiliare Viale Scarano tornerà a doppio senso di circolazione Oggi finalmente constatiamo che i lavori di allargamento della strada e di sistemazione dei marciapiedi sono iniziati e procedono speditamente. Abbiamo fatto un sopralluogo e il punto della situazione con Antonio Tutolo, sindaco di Lucera.
Gagliardi Immobiliare A breve aprirà un nuovo tipo di ristorazione in via Ciliberti Buone notizie da via Ciliberti dove è stato FITTATO il locale di 235 mq di cui vi avevamo parlato giorni fa. Posto a ridosso del centro storico, dotato di canna fumaria, si prestava benissimo all'apertura di pizzerie o ristoranti. Non vi svelo ora cosa aprirà...ma vi garantisco che è un'ASSOLUTA novità nel panora gastronomico - ristorativo di Lucera......Polignano docet.....
Gagliardi Immobiliare Diciamo BASTA alle liti condominiali dovute al RUMORE Daniela Di Iasio dell’agenzia immobiliare Gagliardi ha incontrato l’ingegnere Mario Rotunno di Lucera per parlare di un problema che affligge la maggior parte dei palazzi, il rumore. I tribunali italiani sono intasati di cause condominiali dovuti soprattutto ai rumori e sempre il rumore è la prima causa di ricerca di una nuova casa. Una vera e propria fuga dal condominio per cercare villette e soluzioni indipendenti per liberarsi di questi problemi di “vicinato”.
Gagliardi Immobiliare Presentato NUOVO palazzo a Porta Foggia Giovedì 30 maggio alle ore 20.00 si è tenuta presso l'agenzia immobiliare Gagliardi di Porta Foggia la conferenza stampa di presentazione di un progetto di qualificazione del quartiere di Porta Foggia. A breve inizierà la demolizione del frantoio in rovina che sorge di fronte alla scuola Lombardo Radice e verrà costruito un nuovo palazzo.
Gagliardi Immobiliare Auguri a Francesco e Alessandra Affatato "Abbiamo deciso di mettere in vendita la nostra casa di famiglia e, visto il rapporto di stima e fiducia costruitosi con esperienze precedenti, è stato naturale affidare l’incarico all'agenzia immobiliare Gagliardi".
Pag 1 di 33 - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>

Locazioni: pagamenti in contanti autorizzati fino a 3000,00 Euro

Gagliardi Immobiliare

Si innalza il limite massimo del pagamento in contante per i canoni dei contratti di locazione. Si passa da 999,99 a 2999,99 euro. La novità è contenuta nella Legge di Stabilità del 2016. D'ora in poi si potrà tornare ad usare il cash per cifre che non superino i 3000,00 euro, senza il rischio di sanzioni amministrative.

Patrizia Del Pidio per www.investireoggi.it

Con la legge di Stabilità 2016 sono state introdotte novità per quel che riguarda il pagamento in contanti dei canoni di affitto.

Nella normativa previgente era previsto che dal 1 gennaio 2014 i pagamenti dei canoni dei contratti di locazione di unità abitative, dovevano essere pagati, indipendentemente dall’importo, obbligatoriamente in modalità tracciabili.

Era esclusa, quindi, la possibilità dell’uso del contante. Il Ministero dell’Economia, però, affermava che tale disposizione andava in contrasto con la normativa antiriciclaggio che fissava i limiti per i pagamenti in contanti a euro 999,99. Lasciando intatto il carattere generale dell’articolo 49 del decreto legislativo 2013 del 2007, si è stabilito che le transazioni in contante tra locatore e conduttore potevano avvenire anche tramite prova documentale.

Nella normativa attuale, introdotta dalla Legge di Stabilità 2016, legge 208 del 2015, si stabilisce, invece, che dal 1 gennaio 2016 si innalza il limite massimo del pagamento in contante per i canoni dei contratti di locazione da 999,99 a 2999,99 euro, adattando i pagamenti degli affitti alla normativa antiriciclaggio. Tale limite, è bene sottolineare, si riferisce in ogni caso alle locazioni di unità immobiliari ad uso abitativo.

Al contrario di quanto stabilito fino ad ora, però, si introduce che tale norma riguardi anche i contratti di locazione destinati ad uso commerciale, quali negozi, magazzini, capannoni ed uffici.

Per i canoni di locazione di importo superiore ai 3mila euro, rimane l’obbligo di ricorrere, per i pagamenti, a strumenti di pagamento tracciabile.



12/02/2016