NEWS
Notizie dal mondo immobiliare, rassegna stampa e iniziative




feedbackfeedback



Gagliardi Immobiliare Piazza Pitta: venduto appartamento con box Lucera 2: compravenduto un bellissimo appartamento al 1° piano con box. L'immobile in ottime condizioni era composto da salone a vista, cucinino, due camere da letto, bagno e ripostiglio/vano lavanderia, oltre al box.
Gagliardi Immobiliare Via Po: compravenduto appartamento con box "E' doveroso da parte nostra ringraziarvi per l'impegno, l'onestà e l'alta professionalita'. Sono virtù quasi scomparse ai tempi che attraversiamo" Bellissime le parole dedicate da "Mary, Carlo e Mimi" a Michele Baldassarro di Gagliardi Immobiliare.
Gagliardi Immobiliare A giorni un ristorante di Sushi a Lucera In via Aldo Moro nei locali del Moro 61 aprirà il primo ristorante cinese di Lucera. L'inaugurazione è prevista per metà luglio. Complimenti ad Antonio Rongioletti dell'agenzia immobiliare Gagliardi che, con l'aiuto di Michele Baldassarro, ha condotto in porto questa lunga trattativa.
Gagliardi Immobiliare Via XXIV Maggio: venduto un bel 1° piano con giardino Gagliardi Immobiliare: Venduto appartamento posto al primo piano composto da cucina, sala, 2 camere da letto e bagno in via XXIV Maggio, zona pezza del lago. Annesso all'appartamento c'era un giardino di circa 60 mq.
IN VENDITA DA QUALCHE GIORNO con la nostra agenzia un piano rialzato nella stessa zona, con 3 camere da letto e giardino.
Gagliardi Immobiliare Grano? come sta andando la raccolta? Lucera è posta al centro del tavoliere delle Puglie e la sua ricchezza è dovuta in parte al grano. Michele Baldassarro ha iniziato un giro di opinioni tra gli agricoltori lucerini per e oggi ha incontrato l'imprenditore agricolo Felice Sassi, secondo cui la la raccolta di grano di questo 2019 è di qualità medio - alta.
Pag 1 di 34 - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>

Rogito notarile: obbligatoria la certificazione energetica

Gagliardi Immobiliare

Serve nel momento in cui si vende un immobile. E' obbligatoria possederla, in caso contrario il Notaio rogante non procede alla stipula dell'Atto di Compravendita.
Chiariamo subito: la certificazione energetica non è il certificato dell'impianto elettrico, che è altra cosa.

La Certificazione Energetica è un documento ufficiale che indica il fabbisogno energetico di un edificio, e consiste nell’assegnazione ad un edificio, o ad un singolo immobile, di una classe energetica (da A a G) come accade per gli elettrodomestici.
La classificazione consente ad un acquirente di un immobile di rendersi conto dei costi di gestione che dovrà affrontare dopo l’acquisto. Inoltre viene in questo modo incentivata la costruzione di edifici con minor fabbisogno energetico, che siano più appetibili per il mercato in quanto con minori costi fissi per il riscaldamento.

QUANDO SERVE IL CERTIFICATO ENERGETICO?


Serve nel momento si vende un immobile. E' obbligatorio possederlo, in caso contrario il Notaio rogante non procede alla stipula dell'Atto di Compravendita.

QUANTO DURA IL CERTIFICATO ENERGETICO?
Esso una volta stipulato ha validità decennale, quindi non esiste la necessità di redarne uno nuovo ogni volta che si cede l'immobile.


Sono definiti i seguenti indicatori di classificazione energetica:
- Classe A: Fabbisogno energetico ≤ 30 kWh/mq anno
- Classe B: Fabbisogno energetico ≤ 50 kWh/mq anno
- Classe C: Fabbisogno energetico ≤ 70 kWh/mq anno
- Classe D: Fabbisogno energetico ≤ 90 kWh/mq anno
- Classe E: Fabbisogno energetico ≤ 120 kWh/mq anno
- Classe F: Fabbisogno energetico ≤ 160 kWh/mq anno
- Classe G: Fabbisogno energetico > 160 kWh/mq anno

La classe (che varia dalla A , la migliore, fino alla G, la peggiore) rappresenta con chiarezza le prestazioni energetiche di un'unità immobiliare. Migliori le prestazioni, migliore la classe.

L'indice di prestazione energetica (ad esempio ≤ 30 kWh/mq anno), invece, è un numero che misura il consumo di energia necessario per scaldare l'immobile mantenendo costantemente al suo interno una temperatura di 20 gradi centigradi. È espresso in chilowattora al metro quadrato per anno (kWh/m² anno).
È meno immediato della classe energetica, ma è un parametro più oggettivo.

QUALI SONO GLI IMMOBILI SOTTOPOSTI ALL'OBBLIGO DELLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA?
La certificazione energetica è obbligatoria per tutti gli immobili eccetto quelli esclusi per legge.
In particolare vengono esclusi, a meno delle porzioni eventualmente adibite a uffici e assimilabili (purché scorporabili agli effetti dell’isolamento termico):
- box, cantine, autorimesse, parcheggi multipiano, depositi, strutture stagionali a protezione degli impianti sportivi e altri edifici a questi equiparabili in cui non è necessario garantire un confort abitativo;
- i “ruderi”, previa esplicita dichiarazione di tale stato dell’edificio nell’atto notarile di trasferimento di proprietà;
- gli immobili venduti nello stato di “scheletro strutturale”, cioè privi di tutte le pareti verticali esterne o di elementi dell’involucro edilizio, o “al rustico”, cioé privi delle rifiniture e degli impianti tecnologici (ma deve essere resa una esplicita dichiarazione di tale stato dell’edificio nell’atto notarile di trasferimento di proprietà).

SONO INOLTRE ESCLUSI:
- i fabbricati isolati con una superficie utile totale inferiore a 50 metri quadrati;
- i fabbricati industriali, artigianali e agricoli non residenziali quando gli ambienti sono riscaldati per esigenze del processo produttivo o utilizzando reflui energetici del processo produttivo non altrimenti utilizzabili;
- gli immobili ricadenti nell’ambito della disciplina della parte seconda e dell’articolo 136, comma 1, lettere b) e c), del decreto legislativo 22 gennaio 2004 n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n.137) e quelli individuati come tali negli strumenti urbanistici, se il rispetto delle prescrizioni implica un’alterazione inaccettabile del loro carattere o aspetto con particolare riferimento ai caratteri storici o artistici.


CERTIFICATO ENERGETICO E CONTRATTI DI LOCAZIONE:
AGGIORNAMENTO: Vedi anche questo articolo, Compravendite e nuovi contratti di locazione: importanti novità in tema di certificazione energetica



27/05/2013